ADDIO SANTO PELLICCIA LEONE DELLA FOLGORE

Roma 3 settembre 2019

Anche noi Paracadutisti di Cisterna di Latina, non potevamo che onorare la memoria del caro amico fraterno Santo Pelliccia Leone della Folgore.

Combatté sulle sabbie di El ALAMEIN e scrisse unitamente a tutti i parà che perirono la pagina più eroica dell’Esercito e della Brigata.

“Santo era per noi un mentore, un esempio, tutti conoscevamo la sua tempra – dichiara il Presidente Pierluigi Ianiri – venne a Cisterna in occasione della posa della prima pietra del Monumento al Paracadutista d’Italia e dopo il pranzo sociale non credevo ai miei occhi, era a terra con noi per le consuete “pompate” (flessioni sulle braccia) tipiche di noi paracadutisti”.

Santo è stato salutato alla presenza del Ministro della Difesa e del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, del Presidente Nazionale e dal Medagliere e dai Labari delle Sezioni.

Cisterna di Latina era schierata con il Vice Presidente Beniamino Passariello e i parà David Alessandro, Giancarlo Vaccarini, Marco Marcelli, il Direttore Tecnico Lucci Daniele e il coadiutore Mattia Muzi, a loro un ringraziamento speciale per aver rappresentato Cisterna e tutti i paracadutisti locali.

Dopo Santo, nato a Cisterna di Roma, residente a Pontinia (LT) e iscritto regolarmente all’associazione presso la Sezione di Latina c’é il nostro caro Luigi Tosti, anche lui Leone della Folgore e reduce di El ALAMEIN.

Dobbiamo aumentare il nostro sforzo affinché rimanga viva la memoria di coloro che ci hanno preceduto e che sono andati ad occupare quell’angolo di cielo riservato a tutti noi dove vivono in eterno santi, martiri ed eroi.

A noi la sfida e l’impegno!

Folgore Sempre ed Ovunque.

Uff. Stampa di Sezione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.